Comunicati Stampa

Comunicato stampa del 22 Ottobre 2021

I vincitori della 7a Edizione di Start Cup Lazio 2021

Conferiti ieri premi e menzioni speciali per la 7a Edizione della Finale Start Cup Lazio 2021 – SCL 2021, Business Plan Competition regionale che sostiene e premia i migliori progetti di impresa innovativa nati nelle Università e negli Enti di Ricerca del Lazio, nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione – PNI 2021.

Roma, 22 ottobre 2021 – La competizione si è aperta con i saluti di Orazio Schillaci, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e ha visto la partecipazione di Nicola Tasco, Presidente Lazio Innova, Luigi Campitelli, Direttore Spazio Attivo e Open Innovation Lazio Innova, Daniela La Noce, Responsabile Promozione e Sostegno Spin-off, Unità Valorizzazione della Ricerca CNR e Vincenzo Tagliaferri, Prorettore al Trasferimento Tecnologico Università di Roma “Tor Vergata”. L’evento è stato moderato dalla Coordinatrice Start Cup Lazio, Paola Paniccia dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

Nel corso dell’evento, trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook della Regione Lazio, i team dei 10 migliori progetti selezionati tra i 27 finalisti di Start Cup Lazio 2021 hanno raccontato in brevi pitch il valore del loro progetto d’impresa innovativa nei settori Life Sciences- MedTechICT Cleantech & EnergyIndustrial, ad una Giuria di esperti, professionisti e accademici per aggiudicarsi il podio SCL 2021 con il montepremi Regione Lazio. 

“In un momento cruciale per la ripresa, i risultati conseguiti dall’edizione 2021 della Start Cup Lazio confermano l’importante ruolo dell’università per l’innovazione e il progresso verso la sostenibilità della regione Lazio e del Paese. Ne sono prova la numerosità e la qualità dei progetti d’impresa presentati dai ricercatori e dagli studenti che hanno partecipato a questa edizione dell’iniziativa”, ha affermato Orazio Schillaci, Rettore dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

“Il network della StartCup è una rete consolidata, che si conferma prezioso interlocutore per la Regione Lazio. Una collaborazione collaudata e proficua, attraverso cui facilitare l’emersione di buone idee provenienti dagli innovatori del nostro territorio, sfruttando al contempo le infinite opportunità che l’open innovation offre al mondo della produzione. L’obiettivo è mettere a sistema il valore di ciascuno, per condividere iniziative, opportunità e per sviluppare progettualità comuni”, ha sottolineato Nicola Tasco, Presidente di Lazio Innova.

La 7a edizione della Start Cup 2021 ha premiato:

  • Per i Team Giovani

1° Classificato: Pixies (Università di Roma “Tor Vergata”)

2°Classificato: AcademiCoin (Università di Cassino e del Lazio Meridionale)

3° Classificato: M8 (Università Roma Tre) 

  • Per i Team Ricercatori

1° Classificato: BioLT – BIOactive Liposome Therapeutics (Università di Roma “Tor Vergata”) 

2°Classificato: Alisea, il verde che cura (Università di Cassino e del Lazio Meridionale)

3° Classificato: 3D Pinking (Università dell’Università di Roma “Tor Vergata”)

4° Classificato: MyBiros (Università Roma Tre)

5° Classificato: MIQAS – Monitoraggio integrato della qualità delle acque sotterranee (CNR)

SCL 2021 ha assegnato, inoltre, Menzioni Speciali e Premi Speciali:

  • Menzione Speciale “Pari Opportunità”, conferita dal Prof. Ferrante ai migliori progetti nel campo delle pari opportunità e volti a favorire l’imprenditorialità femminile, assegnata a: 3D Pinking (Università di Roma “Tor Vergata”), Eco – Iniziativa sociale (Università di Roma “Tor Vergata”), Oasi High Tech (Università di Roma “Tor Vergata”), Sartoria Sociale Sottosopra (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), SmartPharma (Campus Bio-medico di Roma).
  • Menzione Speciale “Social Innovation”, conferita dal Prof. Ferrante ai migliori progetti nel campo dell’innovazione sociale in base ai criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative, assegnata a: Alisea, il verde che cura(Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Eco-Iniziativa Sociale (Università di Roma “Tor Vergata”), L’algoritmo gentile (Sapienza Università di Roma), MIQAS – Monitoraggio integrato della qualità delle acque sotterranee (CNR), Oasi High Tech (Università di Roma “Tor Vergata”), AcademiCoin (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Pixies(Università di Roma “Tor Vergata”), Sartoria Sociale Sottosopra (Università di Cassino e del Lazio Meridionale).
  • Premio Speciale “Regione Lazio”, per l’accesso al percorso Lazio Innova di formazione per design di prodotto e definizione del modello di business (compreso l’eventuale supporto alla progettazione/prototipazione) o di go-to-market in funzione del livello di sviluppo del progetto imprenditoriale, assegnato a: BioLT – BIOactive Liposome Therapeutics (Università dell’Università di Roma “Tor Vergata”), Heremos – Health Remote Monitoring System (Campus Bio-Medico di Roma), Oasi High Tech (Università di Roma “Tor Vergata”).
  • Premio Speciale “Intesa Sanpaolo Innovation Center”, per l’ammissione diretta ad uno dei percorsi della StartUp Initiative (Boot Camp, Coaching 1:1 e Deal Line-Up) del Gruppo Intesa Sanpaolo, assegnato a: Heremos – Health Remote Monitoring System (Campus Bio-Medico di Roma) e Pixies (Università di Roma “Tor Vergata”).
  • Premio Speciale “LVenture Group“, per l’ammissione diretta all’ultima fase di selezione del percorso di accelerazione, assegnato a: Optivo (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”) e SmartPharma (Campus Bio-Medico di Roma).
  • Premio Speciale “INNOVA“, per l’accesso al programma di accelerazione B-HUB FOR EUROPE che include servizi di incubazione e accelerazione per imprese innovative proprietarie di una soluzione tecnologica in ambito Deep-Tech, assegnato a OHT – Oasi High-Tech (Università di Roma “Tor Vergata”).
  • Premio Speciale “Rogue Data”, per l’ammissione al programma di incubazione e partecipazione alla progettazione di soluzioni in ambito Smart City, assegnato a: Heremos – Health Remote Monitoring System (Campus Bio-Medico di Roma) e Pixies (Università di Roma “Tor Vergata”).

I 5 vincitori del “Team Ricercatori” SCL 2021 accedono al Premio Nazionale per l’Innovazione – PNI 2021 che si terrà nelle giornate di martedì 30 novembre (online) e venerdì 3 dicembre presso l’Ateneo di “Tor Vergata” e in diretta streaming. PNI è la più importante Business Plan Competition in Italia per startup nate dalla ricerca, promossa dall’Associazione nazionale PNICube che riunisce 51 Atenei e Incubatori accademici, coinvolgendo le regioni italiane attraverso le Start Cup-Business Plan Competition che rappresentano la fase regionale della competizione PNI.

Start Cup Lazio è promossa da un network, nato nel 2015 nel Lazio, che aggrega 40 soggetti tra cui 8 università, 7 enti di ricerca e qualificate imprese, organizzazioni finanziarie e associazioni. La competizione regionale è coordinata dall’Ateneo di “Tor Vergata” in partnership con la Regione Lazio per il tramite di Lazio Innova nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione-PNI.

CHI SONO I VINCITORI


Sono 10 i team finalisti che si sfideranno giovedì 21 ottobre alle ore 15.00 per aggiudicarsi il podio di Start Cup Lazio – SCL 2021, la Business Plan Competition regionale che sostiene e premia i migliori progetti di impresa innovativa generati dalle Università e dagli Enti di Ricerca del Lazio, nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione 2021!

Ecco il comunicato stampa.


Comunicato stampa del 27 Ottobre 2020

Ecco i vincitori della 6a Edizione della Finale Start Cup Lazio 2020

Conferiti i premi e menzioni speciali per la 6a Edizione della Finale Start Cup Lazio 2020 – Business Plan Competition ai migliori progetti di impresa innovativa generati dal sistema regionale della ricerca scientifica.

Roma, 27 ottobre 2020 – Start Cup Lazio (SCL) sostiene la creazione e accompagna al mercato Start-up/Spin-off innovativi ad elevato contenuto di conoscenza provenienti dal sistema regionale della ricerca scientifica e favorisce i processi di trasferimento di conoscenza al fine di promuovere lo sviluppo del territorio e del Paese, anche attraverso l’erogazione di servizi presso gli incubatori e gli Spazi Attivi regionali.

Una vera e propria Business Plan Competition promossa dalle Università e dagli Enti di ricerca del Lazio in collaborazione con prestigiosi partner industriali e finanziari, organizzata e coordinata dall’Ateneo di Roma “Tor Vergata” in partnership con Regione Lazio/Lazio Innova.

Alla finale del 26 ottobre si sono sfidati 20 team – 10 “team ricercatori” e 10 “team giovani” per un totale di 72 persone tra ricercatori, dottorandi e studenti – in diretta streaming sulla pagina Facebook “Lazio Innova” che in pitch di 3 minuti hanno illustrato il contenuto innovativo del loro progetto d’impresa e hanno risposto alle domande del Comitato di Valutazione SCL, composto da: * Componenti del Comitato di Valutazione: Barbara Aquilani (Università degli Studi della Tuscia), Federico Belli (Peekaboo), Luigi Campitelli (Lazio Innova), Gianfilippo Capriotti (Università Campus Bio-medico), Andrea Del Piaz (Università degli Studi Roma Tre), Francesco Ferrante (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale), Aleardo Furlani (Lazio Innova), Gennaro Iasevoli (Libera Università Maria Santissima Assunta-LUMSA), Sofia Ingrosso (Sapienza Innovazione), Daniela la Noce (Consiglio Nazionale delle Ricerche-CNR), Gustavo Mastrobuoni (Rogue Data), Francesco Mazzocco (Intesa Sanpaolo), Paola Paniccia (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Matteo Paradisi (LVenture Group), Mario Risso (Università Niccolò Cusano), Vittorio Rosato (ENEA), Danilo Rubini (Agenzia Spaziale Italiana-ASI), Alberto Silvani (Monitoraggio Economia e Territorio-MET), Beatriz Villagrasa (LUISS Guido Carli).

L’edizione 2020 della SCL si è rafforzata grazie al montepremi messo a disposizione dalla Regione Lazio/Lazio Innova e alla sinergia con il progetto regionale “SVITA–Scuola di impresa per le start-up legate ai temi di scienze della vita”.

La cerimonia di premiazione si è aperta con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Orazio Schillaci, e ha visto la partecipazione del Sottosegretario al MISE, Gian Paolo Manzella e del Presidente dell’Associazione PNICube, Alessandro Grandi, dell’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Paolo Orneli, del Presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco, del Direttore Spazio Attivo e Open Innovation di Lazio Innova, Luigi Campitelli, del Prorettore al Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Vincenzo Tagliaferri e del Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali AlmavivA, Michele Svidercoschi. L’evento è stato moderato dal Coordinatore della Start Cup Lazio, Paola Paniccia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. I team sono stati presentati da Silvia Baiocco Francesco Scafarto, dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Valentina Diana, di Lazio Innova.

L’edizione 2020 della Start Cup Lazio ha premiato:

  • Per i Team Giovani
    1° Classificato: Toolery (Università di Roma “Tor Vergata”)
    2°Classificato: Quadrivium (Università di Roma Tre)
    3° Classificato: Guardian and Care (Università di Cassino e del Lazio Meridionale)
  • Per i Team Ricercatori
    1° Classificato: Nanotech (Università di Roma “Tor Vergata”) 2°Classificato: Nephrotimp (Università di Roma “Tor Vergata”) 3° Classificato: Netabolics (Centro Enrico Fermi)
    4° Classificato: Green Clean Biotech (CNR)
    5° Classificato: StrokeCap (Università di Roma “Tor Vergata”)SCL 2020 ha visto inoltre l’assegnazione anche delle seguenti Menzioni Speciali e dei seguenti Premi Speciali

CHI SONO I VINCITORI

Nanotech, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un nanocollagene innovativo per il restauro e la conservazione di pergamene e tessuti antichi e moderni.
Nephrotimp, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un farmaco per la nefropatia diabetica.
Netabolics, del Centro Enrico Fermi: soluzioni di intelligenza artificiale basate sull’analisi del metabolismo cellulare.
Green Clean Biotech, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR): un sistema di decontaminazione dall’arsenico dalle acque potabili, mediante un processo ecosostenibile di fitodepurazione che utilizza la felce Pteris vittata.
StrokeCap, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un prodotto per lo screening pre-ospedaliero di sospette lesioni intracraniche in situazione acuta (ictus o trauma).
Toolery, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: una piattaforma proprietaria che digitalizza l’intera filiera edile.
Quadrivium, dell’Università di Roma Tre: un videogioco storico per mobile che prevede l’uso di geolocalizzazione e realtà aumentata per consentire ai giocatori di esplorare e riscoprire la cultura storico-artistica delle città in cui si trova.
Guardian and Care, dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale: una piattaforma digitale che fornisce un servizio efficace, personalizzato ed efficiente, per chiunque pratichi l’attività di cura in modo informale (familiari) e formale (badanti).

Clicca qui per accedere alla versione PDF del comunicato stampa.